Aumentata a marzo la disoccupazione femminile

a cura di Lorenza Teti
data pubblicazione 01 Mag 2013 alle ore 12:09am

E’ stato un marzo negativo per il mercato del lavoro e per le donne. Solamente in questo mese l’Istat ha registrato ben 70.000 donne in meno al lavoro. Facendo un bilancio complessivo che comprende anche la parte maschile della popolazione, sono 248.000 posti persi in un anno. Come se non bastasse il tasso di disoccupazione tra gli under 25 è circa del 38,4%. Solo Grecia e Spagna sono messe peggio dell’Italia.

Finora le donne non risultavano così colpite dalla mancanza di lavoro per l’occupazione delle ultracinquantenni. La situazione però è cambiata e secondo l’Istat, l’inattività femminile è aumentata rispetto a febbraio. Sono più di 69.000 le donne che non lavorano o non cercano un impiego. Insieme alle donne, sono i giovani tra i 15 e i 24 anni i più penalizzati: coloro che non lavorano superano i 630.000.