Per Olivero Toscani la ricetta per combattere il femminicidio è “Basta tacchi e rossetto”. Bufera su Twitter

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Mag 2013 alle ore 11:02am


Il fotografo Oliviero Toscani, ha lanciato una provocazione a tutte le donne, che “non si devono truccare, mettersi il rossetto, devono volersi bene per quello che sono“. Toscani dice di essere d’accordo con il presidente della Camera, Laura Boldrini, che ha chiesto la sospensione all’uso del corpo femminile nella pubblicità.

Secondo il fotografo “il problema della violenza sulle donne non dipende solo dalla mercificazione del corpo femminile negli spot pubblicitari ma di tutta la comunicazione e della televisione in genere“.

Basta guardare le presentatrici o le rappresentanti della politica. Serve un ruolo più serio delle donne. La smettano di dover sempre sedurre, altrimenti finiranno per sedurre solo maniaci e i violenti. Ormai i tacchi sono inversamente proporzionali all’intelligenza. E’ un vero disastro. Sono tutte rifatte, con labbra che sembrano canotti e nasini tutti uguali. Ma cosa è successo? Questo voler sembrare, apparire, alla fine conduce la donna a essere considerata un oggetto e non più un’entità intelligente. Se avessi una moglie come quelle donne lì sarei molto in crisi“. Conclude Oliviero Toscani.

Celere è la reazione di Telefono Rosa, per mezzo di Gabriella Moscatelli, che ha subito criticato le parole del fotografo: “Le provocazioni di Oliviero Toscani sono vecchie, insulse e hanno stancato. Secondo lui per non essere violentate o uccise dobbiamo metterci tutte il burqua in modo da non provocare gli uomini?“.

E in merito alla richiesta del presidente della Camera Laura Boldrini di fermare le pubblicità che usano il corpo femminile, chiede di “boicottare tutti quei prodotti reclamizzati con spot offensivi della dignità delle donne“.

La presidente di Telefono Rosa dice anche “Siamo libere di vestirsi e truccarci come vogliamo, senza per questo dover correre il rischio di violenze“. Gli spot lesivi della immagine della donna “sia sulla carta stampata, che in tv e sul web siano multati con sanzioni salate“.

E su Twitter non sono mancati gli insulti. C’è chi lo rinomina il fotografo “Medioevo Toscani“, chi lo critica. Mentre dal sito Zeroviolenzadonna.it, si ironizza: “Basta rossetto e tacchi e le donne saranno al sicuro“.

E tra i tanti commenti compare anche quello di un’italiana che vive in Pakistan, la quale fa notare: “Qui sono tutte coperte e le stuprano lo stesso“.