Con l’accusa di percosse di alcuni bambini della Scuola Statale dell’infanzia San Romano, nel quartiere San Basilio di Roma, sono finite agli arresti domiciliari una maestra M.R.C. di anni 57 e la coordinatrice F.M. 63enne dell’istituto.

Il tutto in seguito ad un’indagine condotta dagli agenti del Commissariato di San Basilio. Il reato contestato è di maltrattamenti su minori. Le vittime, sono bambini di quattro e cinque anni.

Tra alcuni episodi di violenza, quello di un bimbo ritenuto colpevole di essersi fatto la pipì nei pantaloni costretto dalla maestra ad inginocchiarsi per asciugarla con un fazzoletto di carta, dopo essere stato minacciato, davanti agli altri compagni di classe, di fargliela pulire con la faccia.

Umiliazioni diverse verbali a cui i piccoli venivano sottoposti. E quelli con difficoltà psico-infantili venivano apostrofati ‘scemo’, ‘zozzo’ o ‘bastardo’. E i più grandi venivano usati come “kapò” contro i più piccoli, incitati alla violenza e alla denigrazione nei loro confronti. “Vai da lui e schiaffeggialo”, questi gli ordini che venivano dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.