Un nuovo farmaco sperimentale è riuscito a dimostrare che è possibile proteggere le ovaie durante la chemioterapia.

Lo studio condotto dai ricercatori di Tel Aviv University ha scoperto che nei topi il farmaco AS101 riusciva a contrastare gli effetti del ciclofosfamide proteggendo così la fertilità delle cavie.

La sostanza chemioterapica, secondo quanto si legge su ‘Science Translational Medicine‘, aumentava il numero di follicoli attivi in crescita nelle ovaie, innescando così anche un processo cellulare associato all’attivazione del follicolo.

Questo lasciava i follicoli attivati rendendoli vulnerabili alle dosi successive del farmaco, che li uccideva dividendo anche le cellule.

Da qui, quando i ricercatori hanno provato il farmaco AS101 sui topi che avevano prima ricevuto ciclofosfamide, hanno scoperto che veniva attivato un minor numero di follicoli e che la fertilità veniva preservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.