Le micosi cutanee: più a rischio in estate

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Mag 2013 alle ore 1:10pm


La micosi, è una parassitosi da funghi che colpisce la pelle. Essa può interessare molte persone che non sanno neppure di esserne affette. Questa patologia della pelle, è un’infezione che può avere effetti deleteri sulla salute causando un indebolimento del nostro sistema immunitario.

Molte, sono le specie di funghi patogeni che possono superare le barriere difensive ed infettare l’organismo. Una di queste è la Candida, che colpisce, le aree danneggiate dall’umidità come le pieghe delle ascelle, dell’inguine e delle mammelle. Ma esistono anche altri funghi, vediamo quali sono.

Ebbene, secondo uno studio che è stato reso noto sul sito online di Nature, condotto dai ricercatori statunitensi del National Human Genome Research Institute e National Institutes of Health, i luoghi preferiti dai funghi patogeni sono soprattutto i piedi. Altri luoghi scelti dai funghi, sono le ascelle, le pieghe degli arti, oltre alle zone intime, diciamo dunque le zone più umide del corpo.

Le ricercatrici Jennifer A. Meyer & Julia A. Segre, e colleghi, hanno scoperto che una delle specie più diffuse nel corpo umano è sicuramente il genere Malassezia.

Questo tipo di fungo è presente sulla superficie del corpo in genere, sulle braccia, e si contraddistingue dagli altri, per la sua capacità di provocare la perdita di scaglie di pelle e di forfora.

Ma, la maggior parte delle variegate specie fungine è presente sul tallone del piede, nelle unghie dei piedi e tra le dita dei piedi.

Le infezioni da funghi possono colpire chiunque, senza distinzione di sesso ed età. La loro crescita è favorita dalle temperature elevate (25-35°C), dall’umidità e dal pH neutro, condizioni che talvolta si ritrovano proprio sulla nostra pelle. Queste infezioni sono più comuni in coloro che praticano sport, ma possono interessare anche altre categorie di persone.

In particolare possono essere causate da: ipersudorazione, mancato rispetto delle norme igieniche in luoghi molto frequentati (ad esempio girare a piedi scalzi in camere d’albergo, negli spogliatoi delle palestre o nelle piscine), utilizzo di determinati indumenti (ad esempio in materiale sintetico) o calzature (scarpe poco traspiranti), stato di salute dell’individuo, presenza di piccoli tagli cutanei che possono favorire la penetrazione e la moltiplicazione di questi microscopici parassiti.

I principali funghi responsabili delle micosi cutanee si dividono in 2 categorie: i dermatofiti (responsabile della tinea) e i lieviti (come quelli che causano la candidosi e la pityriasis versicolor). Le micosi cutanee non devono essere sottovalutate e pertanto è fondamentale un trattamento tempestivo, consigliato da un dermatologo.