Germania: ingegnere italiano difende la fidanzata per uno sputo, ma viene ucciso

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Mag 2013 alle ore 10:44am


Uno sputo contro la sua fidanzata, mentre passeggiavano in bicicletta sulla pista ciclabile di un parco pubblico, sul fiume Iser, a Monaco di Baviera.

Lui è tornato indietro per chiarire quanto successo, ed è nata subito una colluttazione, e ci è scappato il morto. Il fatto è accaduto nella serata di martedì, intorno alle 22, la vittima è Domenico Lorusso, un ingegnere italiano di 31 anni, originario di Potenza residente in Germania, per lavoro presso una società aeroportuale.

La notizia è stata annunciata dal console italiano del capoluogo bavarese, Filippo Scammacca del Murgo, che ha espresso il proprio cordoglio.

A uccidere il giovane, una coltellata al cuore. La fidanzata, di 28 anni, lo ha soccorso, aiutata anche dai passanti. Domenico è stato portato nell’ospedale più vicino, era ancora vivo, ma non ce l’ha fatta.

Intanto la polizia tedesca è a caccia all’assassino, un uomo sui 35 anni, di corporatura media, probabilmente in stato di ebbrezza al momento dell’assassinio, e che si sarebbe allontanato a piedi.

Gli agenti hanno fatto appello ai testimoni per fornire elementi più precisi per ricostruire con maggiore precisione il suo identikit.

L’autopsia sul cadavere dell’ingegnere lucano è stata effettuata e l’autorità tedesca ha dato l’ok per il trasferimento della salma in Italia.