Un gruppo di ricercatori italiani ha scoperto una possibile cura contro la sindrome delle abbuffate compulsive e, in più in generale, contro i disturbi dell’alimentazione.

Lo studio, condotto da Valentina Sabino e Pietro Cottone della Boston University, è stato pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology, e dimostra come disattivando l’ormone “CRF” si possono limitare la pulsione ad abbuffarsi e l’ansia dall’astinenza da cibo.

Questi scienziati hanno inoltre individuato una molecola, già adoperata contro la depressione ma non presente in commercio, che agisce su tale ormone bloccando appunto le abbuffate.

Il meccanismo d’azione – spiega Cottone – da noi scoperto e il possibile trattamento farmacologico riguarda tutte le forme di abbuffata compulsiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.