Edward Snowden, rivela che gli Usa spiano anche la Cina

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 13 Giu 2013 alle ore 8:21am


Da anni il governo americano “spia la Cina e Hong Kong”. Questo è ciò che rivela Edward Snowden in un passaggio dell’intervista che è stata concessa al South China Morning Post.

Secondo le dichiarazioni della talpa, che ha svelato il programma segreto di sorveglianza della National Security Agency americana facendo esplodere il Nsagate, arrivano in un momento in cui Washington e Pechino si accusano reciprocamente di cyberspionaggio.

La talpa dichiara “Non sono un traditore e nemmeno un eroe, sono un americano“. E al giornale, l’ex contractor per Booz Allen Hamilton ha rivelato da una località segreta di Hong Kong che diffonderà ulteriori dettagli sul piano Prism, da lui svelato al Guardian.

Inoltre Snowden ha accennato ai suoi progetti per il futuro, alle mosse che pensa che il governo americano possa fare in seguito alla sua denuncia e dei timori per la sua famiglia.

L’uomo, ha promesso che si opporrà a qualsiasi richiesta di estradizione da parte del governo americano. “E’ mia intenzione, chiedere ai giudici e al popolo di Hong Kong di decidere il mio destino. Non mi sono stati dati motivi di dubitare del sistema”.

Intanto, il capo dell’Agenzia NSA ha assicurato che il sistema di sorveglianza delle telefonate e del traffico web negli Usa, come nel resto del mondo ad opera della National Security Agency è servito a scongiurare “decine” di potenziali attacchi terroristici.