Napoli, trovata giovane di 27 anni in un sacco di spazzatura, pestata a sangue e ridotta in fin di vita

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Giu 2013 alle ore 10:57am


Una giovane di 27 anni, con una grossa ferita alla testa, è stata trovata dalla polizia a Napoli in una casa nei pressi di via dei Tribunali. La ragazza, è forse albanese, ed è in fin di vita. E’ stata, trovava legata e imbavagliata in un sacco dell’immondizia.

Ricoverata d’urgenza all’ospedale Loreto Mare, la polizia indaga ora su chi possa averla ridotta in quelle condizioni e aver chiusa nel sacco, pensando magari che fosse già morta.

Gli investigatori seguono anche la pista passionale: in casa viveva anche il compagno. Picchiata all’addome e al viso, è stata ricoverata in prognosi riservata.

La ragazza è stata trovata seminuda, con addosso solo gli slip e la maglietta. Da un primo esame i medici hanno ritenuto che la poveretta sia stata colpita da una gragnuola di calci e pugni, come si vede dalle lesioni riportate al fegato ed ai polmoni, oltre che dalle condizioni del viso.

Il 118, sarebbe intervenuto sulla base della segnalazione di un vicino. Il sacco dell’immondizia con il corpo della ragazza era sul pavimento, in una delle stanze della casa. Secondo gli investigatori, il sacco stava per essere portato via dall’abitazione.

Il basso, dove è stato trovata la ragazza, raccontano i vicini, è abitato da una coppia di giovani albanesi.