Spunta il nome di Marina Berlusconi, come erede politico del padre

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 26 Giu 2013 alle ore 10:12am


Luigi Bisignani, ospite del programma di Radio2 ‘Un Giorno da Pecora‘ annuncia che “L’altra sera c’è stata una cena ad Arcore e il Presidente Berlusconi si è convinto che il dopo-Berlusconi possa essere Marina“.

L’idea non è nuova, è successo spesso, che Marina si sia esposta in difesa del padre. Così, dopo la condanna a sette anni nel processo Ruby, il nome della figlia dell’ex premier è tornato insistente come “erede” e non solo in campo Mediaset ma anche in politica.

Secondo Bisignani “il piglio e la forza che Marina ha messo in quella cena ha convinto tutti i presenti, che il vero erede è lei“.

E alla domanda su un ritorno di Forza Italia con Marina Berlusconi a fare leader? Bisignani ha risposto, “Una possibilità a cui stanno pensando più persone, tra cui imprenditori come Alessandro Benetton“, parole che trovano riscontro nella volontà di Berlusconi di rifare Forza Italia e di puntare su un imprenditore per la leadership.

Aggiungendo anche: “so che sta studiando con un uomo che aveva già fatto Forza Italia nel ’94”. A chi si riferisce? “A Paolo Del Debbio, professore di filosofia, quello che fece il programma nel 1994, credo sia uno di quelli più ascoltati“.

Quindi sarebbe tutto pronto per questa discesa in campo. E sulla domanda su chi potrebbe votare Marina Berlusconi? La risposta è stata: “Il popolo di Berlusconi che vuole votare Berlusconi ma che si rende conto che non può più votare Silvio, voterebbe Marina con grandissima gioia“.