Spread the love

Secondo uno studio condotto dall’University College of London, pubblicato su Nature Medicine, cioccolato e bevande zuccherate potrebbero rappresentare un’alternativa alle radiazioni ed essere utilizzate per diagnosticare il cancro. Come? Ebbene, i tumori maligni consumano più glucosio rispetto ai tessuti sani per ‘alimentarne’ la propria diffusione. Secondo i ricercatori, che hanno già messo a punto una tecnica, sarebbe possibile identificare la malattia basandosi sul modo in cui lo zucchero viene assorbito dal corpo.

Sembrerebbe, infatti, che gli organi affetti da un tumore assumano rapidamente una colorazione brillante dopo che i pazienti hanno assunto qualcosa di dolce, cosa che permetterebbe poi di riadattare la strumentazione utilizzata per la diagnostica per immagini.

Su tale ipotesi, sono ancora in corso delle sperimentazioni sugli uomini, ma, a dire degli esperti, i risultati ottenuti sono davvero incoraggianti e aprirebbero la strada ad un modo molto semplice e veloce per identificare questa terribile malattia.

Un pensiero su “Dal cioccolato e dalle bevande zuccherate un possibile aiuto per scoprire il cancro”
  1. Negli ultimi giorni si parla molto di questa scoperta. Noi, da semplici produttori siamo contenti che il nostro lavoro oltre a far arrivare tavolette di cioccolato al latte e fondente ai consumatori possa contribuire anche solo a diagnosticare un così brutto male… e regalare un pizzico di dolcezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.