Test d’ingresso, 420mila domande, aumentano nel settore sanitario e calano in architettura

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Lug 2013 alle ore 7:29am


Sarebbero 420mila le domande per i test d’ingresso a numero chiuso per le università. A distanza di pochi giorni dalla scadenza, fissata per il 18 luglio per le ore 15, termine per eseguire le iscrizioni ai corsi in Medicina, Odontoiatria, Veterinaria e Architettura, per i quali l’accesso programmato è regolato a livello nazionale.

Sul sito del Miur Universitaly.it si parla infatti, di oltre 104mila iscritti ai test d’ingresso per le facoltà a numero chiuso (sarebbero circa 78mila per la facoltà di Medicina e Odontoiatria, oltre 9.500 per quella di Veterinaria e 17mila per Architettura) ai quali si aggiungono anche gli studenti che dovranno sostenere le prove per i corsi ad indirizzo Professioni sanitarie e Scienze della Formazione, ad accesso programmato in tutta Italia, oltre agli studenti che dovranno sottoporsi ai test negli atenei che selezionano l’accesso ai corsi di laurea a livello locale.

Ebbene, i numeri sono in aumento rispetto allo scorso anno, se prendiamo in considerazione la facoltà di Veterinaria e quella delle Professioni sanitarie. Cala invece la richiesta per Architettura che vede diminuire le domande del 16 %.

Le prove, si terranno a settembre, e saranno divise in 60 quesiti ai quali bisognerà rispondere in 100 minuti avendo 5 possibilità di risposta. Metà di questi quesiti saranno indirizzati verso la materia che è alla base dell’indirizzo del corso mentre l’altra metà sarà concentrata sulla cultura generale e la capacità di ragionamento.