È morto Vincenzo Cerami, lo sceneggiatore del film di Benigni “La vita è bella”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Lug 2013 alle ore 4:10pm


E’ morto questa mattina a Roma, il celebre scrittore e sceneggiatore Vincenzo Cerami, aveva 72 anni ed era da tempo malato. Noto soprattutto, per aver scritto ‘La vita è bella‘, il film di Roberto Benigni candidato all’Oscar nell’anno 1999, oltre che per libri di narrativa come: “Amorosa presenza”, “Tutti cattivi”, “Ragazzo di vetro”, “La lepre”, “Fantasmi”, e racconti come “L’ipocrita”, “La gente”, “Fattacci: il racconto di quattro delitti italiani”, e libri come ‘Un borghese piccolo piccolo‘ dal quale fu poi tratto il film interpretato dal bravissimo Alberto Sordi.

A darne notizia della sua morte, il sito del quotidiano La Repubblica. Vincenzo Cerami, nato il 2 novembre 1940 a Roma da genitori siciliani, fu allievo di Pier Paolo Pasolini con cui fece il suo debutto al cinema nel lontano 1965 come aiuto regista in tre film: “Comizi d’amore”, “Uccellacci e uccellini” e l’episodio “Le streghe” del film “La terra vista dalla Luna”.

Sposò Graziella Chiarcossi, cugina del suo maestro Pasolini. Ebbe due figli, l’attrice Aisha, attrice nata dall’unione con la prima moglie Mimsy Farmer, e Matteo, regista.

Lo scrittore inoltre, dal 2009, ricopriva anche l’incarico di assessore alla Cultura del Comune di Spoleto.