Turismo, gli stranieri scelgono l’Italia ma pochi si recano al Sud

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Lug 2013 alle ore 7:29am


Il turismo straniero continua ad essere una risorsa per il nostro Paese, cosa molto positiva, perché ha permesso al settore di resistere alla crisi, visto l’enorme calo della domanda interna. A rivelarlo uno studio condotto dalla Confesercenti-Ref che sottolinea però, che solo il 13% degli stranieri, ha scelto una meta del Sud Italia.

L’Italia piace agli stranieri che la scelgono volentieri come meta per le loro vacanze, dandole un voto medio di 8,25, nonostante la politica sul turismo fatta in Italia, non sia delle migliori, in quanto, non è in grado di sfruttare al meglio le bellissime ricchezze paesaggistiche, culturali ed artistiche che questo territorio è capace di offrire.

Secondo la Confesercenti infatti, sarebbe opportuno elaborare, in tempi piuttosto rapidi, un progetto mirato per il turismo, affiancandolo a quello delle singole regioni, che si basi su di un confronto aperto e concreto fra Governo, parti sociali e autonomie locali.

Inoltre, è fondamentale lavorare per risolvere il problema del Sud. Gli stranieri, preferiscono infatti di recarsi in località del Centro-Nord: Roma è la città che mantiene in assoluto il record delle preferenze, seguita da Milano, Venezia e Firenze. Ma ci sono anche altre città che piacciono molto agli stranieri. Tra queste troviamo: Varese, Imperia, Trieste e Como. Solo il 13% degli arrivi dall’estero è diretto nelle regioni meridionali eppure il sud detiene posti meravigliosi dal punto di vista paesaggistico, storico e culturale, oltre che una eccellente cucina.