Expo 2015: accordo con i sindacati, 800 posti di lavoro per i giovani, procedure più snelle

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Lug 2013 alle ore 8:20am


Il premier Enrico Letta si è detto molto soddisfatto per l’accordo siglato a Milano, tra Expo 2015 e i sindacati.

Un’intesa, definita “ottima” dal presidente del Consiglio in quanto prevede circa 800 nuovi posti di lavoro flessibili destinati ai giovani.

L’accordo prevede infatti contratti in deroga rispetto alle norme vigenti (che prevedono contratti di apprendistato, stage e assunzioni a tempo determinato), per 800 giovani che tra il 2014 e il 2015 si potranno aggiungere all’organico dell’ente organizzatore che oggi ha conta 200 dipendenti e spera di poter salire fino a quota 325.

Secondo Letta sulla base dell’intesa raggiunta a Milano, si può pensare anche ad un modello nazionale. Il primo ministro italiano, ritiene che “L’Expo sia un laboratorio per il Paese e un volano per la nostra economia”.