Francesco De Gregori, intervistato da Aldo Cazzullo, la cui intervista è uscita oggi sul Corriere della Sera, senza mezze misure, dice che il suo interesse per la politica è molto scemato. Critica la sua sinistra dicendo che non esiste più e che alle ultime elezioni ha votato Monti alla Camera e Bersani al Senato.

Il cantautore aggiunge poi che oggi non sapendo chi votare, in quanto deluso, molto probabilmente non voterebbe. Inoltre, dichiara anche “Continuo a pensarmi di sinistra” ma chiede poi al giornalista “ma cos’è oggi la sinistra italiana?“. La risposta la dà comunque dicendo “E’ un arco cangiante che va dall’idolatria per le piste ciclabili a un sindacalismo vecchio stampo novecentesco” e continuando, “si commuove per lo slow food” e “poi magari en passant strizza l’occhio ai No Tav per provare a fare scouting con i grillini, tutto questo non è facile da capire per me ”.

De Gregori riferendosi al governo attuale sottolinea che sebbene non piaccia a nessuno alla fine era l’unico possibile. Spiegando che è meglio questo che uno con Grillo. Inoltre, si dice rispettoso per il lavoro che stanno facendo il premier e il vice, in quanto non certo facile, spiegando di essere stufo del fatto che appena si tenti di arrivare ad un accordo su una certa riforma subito interviene la sinistra gridando all’inciucio.

E Francesco, parlando anche di Berlusconi, sostiene che eliminarlo per via giudiziaria, sia stato il più grande errore commesso dalla sinistra. Infine riferendosi a Papa Francesco sottolinea “è la più bella notizia degli ultimi anni“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.