Tra venerdì e sabato, è partita una maxi operazione da parte del Fisco, in diverse località turistiche. Si va da Porto Cervo a Capri, da Portofino a Taormina, poi ancora Gallipoli e Santa Margherita Ligure.

Quasi 100 i controlli eseguiti, in diverse discoteche, gioiellerie, spa e ristoranti. Nei locali notturni, poi, gli opportuni controlli sono stati eseguiti congiuntamente con il personale della Siae.

Gli esercizi che sono finiti nel mirino dell’Agenzia delle Entrate, sono stati scelti in seguito ad una accurata attività basata su elementi in possesso dell’Anagrafe Tributaria che hanno fatto rilevare delle anomalie e controlli non eseguiti negli ultimi anni.

Per il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, all’Adnkronos “Sono controlli normali e di routine. Nessuno ha motivo di preoccuparsi e di scoraggiarsi se è nella legalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.