Catania: sbarco immigrati, 6 di loro non riescono a raggiungere la riva e muoiono in mare

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Ago 2013 alle ore 12:37pm


Un nuovo sbarco di migranti, è avvenuto questa mattina all’alba sulle coste italiane, e per la precisione a Catania. Si tratta di circa 120 persone, che viaggiavano su di un peschereccio, proveniente molto probabilmente dalla Siria. Sei delle quali sono morte, e i loro corpi sono stati trovati sulla battigia del lungomare di Plaia.

Giunti sul posto, Guardia costiera, Polizia e Carabinieri, stanno cercando di ricostruire le dinamiche dell’incidente e di prestare i primi soccorsi. Ma secondo una prima ricostruzione, questi immigrati, sarebbero morti in mare durante il disperato tentativo di raggiungere la riva.

L’imbarcazione, si sarebbe arenata a soli 15 metri dalla riva e i poveri sventurati, non sapendo nuotare, sarebbero precipitati in un canale profondo alcuni metri che li ha inghiottiti. Tra i sopravvissuti ci sarebbero molte donne e bambini, soccorsi dalle forze dell’ordine e dalla guardia costiera.
I morti avrebbero tutti meno di 30 anni e tra di loro c’è anche un ragazzo di 13-15 anni. La Procura di Catania ha disposto che sia fatta l’autopsia sui corpi dei 6 immigrati deceduti.

Intanto, si apprende che stanno per arrivare a Siracusa altri 40 migranti, 22 dei quali minorenni, soccorsi dalla guardia di Finanza a largo delle coste siciliane meridionali.