Siria: per il ministro degli esteri russo Lavrov le prove su armi chimiche da Usa non convincono

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Set 2013 alle ore 10:46am


La Russia stando alle ultime notizie, non si sarebbe convinta delle prove fornite dagli Stati Uniti circa l’uso di armi chimiche in Siria da parte del regime di Assad. Secondo Mosca infatti, non tali prove non sarebbero concrete. A dichiararlo è il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov che sostiene che siano “assolutamente non convincenti”, perché “non c’era niente di preciso” in queste prove, “né coordinate geografiche, nomi, e niente prove che attestino che i test siano stati condotti da professionisti“.

Lavrov, però, ha omesso di dire a quali test si riferisse, ma ha aggiunto che i funzionari degli Usa hanno dichiarato di non poter condividere con i russi tutte le prove perché una parte di esse sono riservate.