Siria: oggi giornata di digiuno e preghiera con Papa Francesco per la pace in Medio Oriente

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Set 2013 alle ore 10:51am


Oggi è il giorno del digiuno e della veglia, annunciato, domenica scorsa da Papa Francesco durante l’Angelus, affinché vi sia la pace in Siria e in Medio Oriente. Ad accogliere l’appello del Pontefice, migliaia di fedeli da ogni parte del mondo. Un appello rivolto anche ai “fratelli cristiani non cattolici, agli appartenenti alle altre religioni e agli uomini di buona volontà”, che potranno partecipare “nel modo che riterranno più opportuno” e che sembra essere stato accolto.

E’ una giornata per riflettere a cui aderiranno infatti anche i musulmani. Si concluderà con una veglia di preghiera in Piazza San Pietro, alla quale parteciperanno anche ministri degli Esteri, Emma Bonino, della Difesa, Mario Mauro, dei Trasporti, Maurizio Lupi, della Pubblica amministrazione, Giampiero D’Alia, per l’Integrazione Cecile Kyenge (che aderiranno anche al digiuno). Ci dovrebbe essere, inoltre, anche il gran muftì di Damasco.

La giornata di digiuno si svolgerà secondo le regole della chiesa cattolica con un solo pasto nel corso delle 24 ore. Sono possibili solo due piccole ‘infrazioni’. Ne sono esonerati gli anziani e i malati. Dalle 16.30, si apriranno i varchi della piazza per chi vorrà partecipare la preghiera con il Santo Padre. La veglia inizierà alle 19 e durerà fino alle 23.