Assad si impegna ad aderire alla Convenzione Onu sulle armi chimiche

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 13 Set 2013 alle ore 9:35am


Il Segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ricevendo la richiesta di poter aderire da parte della Siria alla Convenzione del 1993 sulle armi chimiche, si è detto molto soddisfatto per tale gesto, e si è congratulato con lui, manifestando la propria speranza che l’incontro in corso a Ginevra (tra Russia ed Usa) possa avere un risvolto positivo che porti ad un rapido accordo.

Ban ki, inoltre, attraverso un comunicato, ha spiegato che nella lettera, a lui indirizzata, il presidente siriano “si è impegnato a rispettare gli obblighi della Convenzione anche prima che questa entri in vigore in Siria”.

Si ricorda che la Convenzione sul divieto delle armi chimiche, è stata firmata il 13 gennaio 1993 a Parigi da diversi Stati, e alla quale hanno aderito successivamente anche altri, ed è entrata in vigore il 29 aprile 1997. Essa, appunto, vieta ai Paesi firmatari la fabbricazione, lo stoccaggio e l’utilizzo di armi chimiche anche nell’aiutare un paese terzo con tali intenzioni. La distruzione di tali armi, secondo procedura, avviene sotto la supervisione dell’Oiac, la cui sede è all’Aja.

Non a caso, però, oltre alla Siria, ci sono anche altri Paesi che non hanno aderito alla convenzione, e tra questi si citano Israele, Egitto e Corea del Nord.