Inaugurazione sede Forza Italia: Alfano “noi siamo sentinelle anti-tasse”, partito con più protagonisti

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 22 Set 2013 alle ore 2:34pm


Il ministro dell’Interno Angelino Alfano durante l’inaugurazione della nuova sede di Forza Italia a Milano ha detto “Siamo la sentinella antitasse del governo e lavoriamo perché le tasse non aumentino e la prima tassa a non dover aumentare adesso è l’Iva“.

Soffermandosi sulla faccenda Imu, il segretario del Pdl, ha voluto precisare che la questione “è stata risolta” e dunque, “lo è a titolo completo, cioè fino a dicembre“, ora tocca all’Iva.

Il vice premier ha poi voluto sottolineare che “La larga intesa non è il nostro futuro. Il nostro futuro è la nostra larga vittoria sulla base del progetto politico del videomessaggio di Silvio Berlusconi. Non è un’operazione nostalgica ma una grande operazione che guarda al futuro del nostro paese“.

E sul rischio di una possibile decadenza da senatore di Silvio Berlusconi, Alfano è convinto che il Cavaliere sarà ancora nelle condizioni di potersi giocare la sua partita a maggior ragione che ci sarà ora una Forza Italia, forte ed unita, annunciando, che la discesa in campo riguarderà nuovi protagonisti e non una sola leadership.

E sebbene, la sua presenza non fosse prevista, un suo intervento telefonico era dato per scontato, ma così non è stato. Delusione, dunque per l’assenza del presidente Berlusconi, tre le centinaia di sostenitori, che si sono dati appuntamento al centro congressi della Provincia di Milano per la prima assemblea pubblica di Forza Italia.

Prima dell’intervento conclusivo del segretario del Pdl, Angelino Alfano, sono intervenuti dal palco anche Daniela Santanchè, Maurizio Lupi, Roberto Formigoni, Maria Stella Gelmini, Raffaele Cattaneo e Mario Mantovani.