Una squadra di sommozzatori avrebbe ritrovato dei resti umani, che potrebbero appartenere ai due dispersi nel naufragio della Costa Concordia del gennaio 2012 all’isola del Giglio. Ma per essere sicuri che si tratti di Russell Rebello e Maria Grazia Trecarichi bisognerà attendere l’esito dei dell’esame del dna.

A dare l’annuncio la protezione civile, spiegando che nel corso delle attività di ricerca svolte in mare in corrispondenza della zona centrale della nave, i sommozzatori della guardia costiera e della guardia di Finanza “hanno individuato alcuni resti la cui natura deve essere ancora definita attraverso il test del Dna”.

Le attività di repertazione a opera dei Carabinieri del Ris porteranno alla loro identificazione, essendo subito stati informati i familiari dei due dispersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.