Napoli: trentottenne muore per una riduzione dello stomaco con la tecnica del palloncino

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Ott 2013 alle ore 5:48pm


Francesco Paolo Salvato di 38 anni, è morto ieri dopo un’intervento di riduzione dello stomaco con la tecnica del ”palloncino’‘.

L’Asl Na3 avrebbe aperto un’inchiesta parlando già di ”sospetta encefalopatia di Wernicke”, insorta probabilmente dopo l’operazione in una clinica per la rimozione del ”palloncino”, consigliatagli dai medici dell’ospedalea ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, dove era stato ricoverato il 10 settembre.

L’uomo di professione barista, per un problema di obesità contro cui combatteva da anni ha deciso di sottoporsi a tale intervento, ma dopo l’operazione sono iniziati per lui i problemi di salute che lo hanno portato alla morte. Francesco Paolo è morto dopo una crisi respiratoria ed un arresto cardiocircolatorio subentrati ieri mattina.

I suoi familiari chiedono alla procura della Repubblica di Torre Annunziata di far luce sulla vicenda.