ottobre 23rd, 2013

La Cassazione dà ragione alla Loren, non doveva finire in carcere per evasione fiscale del ’74

Pubblicato il 23 Ott 2013 alle 3:59pm

L’attrice Sofia Loren non doveva essere arrestata per evasione fiscale nel 1982. A stabilirlo, a distanza di 31 anni, è la Cassazione. La sezione tributaria della Suprema Corte ha accolto il ricorso presentato dalla Loren contro la decisione della Commissione tributaria centrale di Roma nel 2006 relativamente ad un contenzioso sulla dichiarazione dei redditi del 1974 che la Loren presentò, insieme al marito Carlo Ponti, in cui si escludeva, per tale anno, l’esistenza di proventi e spese, in quanto per i film ai quali stava lavorando erano previsti compensi ma da erogarsi negli anni successivi. (altro…)

Papa Francesco esilia il vescovo ‘spendaccione’

Pubblicato il 23 Ott 2013 alle 3:36pm

Il Santo Padre ha ricevuto il vescovo di Limburg Franz-Peter Tebartz van Elst, accusato di aver speso una cifra stratosferica per la ristrutturazione della sua residenza in diocesi. (altro…)

Johnny Depp e il suo nuovo look

Pubblicato il 23 Ott 2013 alle 3:21pm

In occasione dei BFI London Film Festival Awards l’attore americano Johnny Depp si è presentato con un look davvero insolito quasi da risultare irriconoscibile: capelli biondo platino, senza pizzetto e baffi e persino niente occhiali. (altro…)

Calvizie: cellule staminali coltivate in laboratorio e trapiantate nel cuoio capelluto

Pubblicato il 23 Ott 2013 alle 2:07pm

Su Pnas si parla di una nuova tecnica contro la calvizie. Il merito va ad un gruppo di ricerca internazionale coordinato da Claire A. Higgins, del dipartimento di Dermatologia della Columbia University di New York che ha usato le cellule staminali, le quali sono state per la prima volta coltivate in laboratorio e trapiantate nel cuoio capelluto le ‘fabbriche’ dei capelli, ovvero delle strutture che stimolano la formazione dei bulbi piliferi.

In futuro, questi ricercatori auspicano che tale pratica possa essere l’alternativa al trapianto dei capelli.

Gb: 19enne ucciso perché “Italiani, ci rubate il lavoro”

Pubblicato il 23 Ott 2013 alle 1:36pm

Un ragazzo italiano ha perso la vita in Inghilterra. Si tratta di Joele Leotta, 19enne di Nibionno, in provincia di Lecco, che si era trasferito per imparare la lingua insieme ad un amico italiano. (altro…)