Datagate: Snowden trova lavoro in Russia. Germania e Brasile chiedono all’Onu rispetto della privacy dei dati internet

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 03 Nov 2013 alle ore 7:16am


Edward Snowden, la “talpa” del Datagate che il primo agosto scorso ha ottenuto l’asilo temporaneo in Russia, ha trovato anche un impiego. Lo rivela il suo avvocato Anatoli Kucherena, all’agenzia Ria Novosti, spiegando che Snowden è sempre più integrato nella sua nuova «patria», come dimostrerebbe anche una nuova foto diffusa dai media locali che lo ritrae in gita in barca sul fiume nella capitale russa.

Così l’ex agente della Cia e dell’Nsa tanto ricercato dalla Casa Bianca per spionaggio avrebbe trovato un impiego «in un importante sito web russo» dove comincerà a lavorare «nel mese di novembre». Si tratterebbe di uno dei più grandi portali internet del Paese, gestito da una società privata.

Il legale, ha preferito, però, di non rivelare altri dettagli in merito per «ragioni di sicurezza».

Intanto, già due stati, Germania e Brasile hanno presentato una bozza di risoluzione all’Assemblea Generale dell’Onu per chiedere il rispetto della privacy dei dati internet. Entrambi i leader di Berlino e Brasilia sono stati vittime di intercettazioni da parte della National Security Agency americana, ma senza accusare nessuno, chiedono la fine degli eccessi della sorveglianza elettronica sottolineando che la raccolta illegale di dati personali, “costituisce un’azione altamente invadente“.