Pennsylvania: scoperto le connessioni nel cervello che differenziano uomo e donna

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 03 Dic 2013 alle ore 11:51am


Un gruppo di ricercatori dell’Università della Pennsylvania è riuscito a capire perché uomini e donne agiscono in modo diverso. Ad influenzare il comportamento e le scelte sarebbero le diverse connessioni neurali nel cervello.

Secondo il team di medici, che ha analizzato 949 individui, 428 maschi e 521 femmine, di età compresa tra 8 e 22 anni, è emerso che nel cervello femminile vi era una maggiore connettività tra l’emisfero destro e quello sinistro mentre in quello maschile le connessioni erano maggiori e presenti all’interno di ciascun emisfero.

Questo si tradurrebbe nel fatto che nelle femmine prevale un ragionamento analitico (derivante dall’emisfero sinistro) che si combina con quello intuitivo che risiede nell’emisfero destro; di contro nell’uomo invece, prevalgono le connessioni tra percezioni e azioni coordinate (controllate dalla regione posteriore e anteriore del cervello).

Nel cervelletto infine, è emerso che le condizioni erano opposte, vale a dire, che nelle donne si riscontrava una maggiore connessione intra-emisferica mentre negli uomini quelle inter-emisferiche.

Ma non è tutto. Sì, perché, questi scienziati hanno anche evidenziato delle differenze che aumentavano in base all’età. Di fatto meno evidenti nei soggetti di età inferiore ai 13 anni, ma più marcate invece in quelli che avevano superato la fase adolescenziale.