Spread the love

Centinaia di milioni di persone

sarebbero controllate ogni giorno nei loro spostamenti attraverso i telefoni cellulari. Questi i numeri riportati dal Washington Post presi dai documenti segreti messi a disposizione da Edward Snowden, la talpa del datagate. Un programma potentissimo in mano all’agenzia per la sicurezza americana in grado di tenere sotto controllo miliardi di informazioni relative ai traffici telefonici e i movimenti di milioni di persone.

“Co-travellers” questo il suo nome, sfrutta i dati inviati e ricevuti dalle celle telefoniche da parte di cellulari e dispositivi smartphone per agganciarsi alla rete. Con questo sistema, la Nsa riesce a sapere in ogni momento dove si trova ogni cellulare su tutto il pianeta e individuare la posizione del suo titolare per poi monitorarne gli incontri con altre persone.

Un sistema che per i servizi segreti americani, è lecito, perché ideato per obiettivi stranieri. E proprio in ragione della sicurezza, che la Nsa, ritiene che “co-travellers” serve a sapere se un individuo particolarmente pericoloso sia entrato negli Usa o se si trova in prossimità di obiettivi sensibili, in modo da poter intervenire tempestivamente onde evitare qualsiasi attacco terroristico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.