Medimex: prima giornata di “Incontri d’autore” con Claudio Baglioni, Fedez e Pelù

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Dic 2013 alle ore 1:45pm

Foto di Giovanna Manna

Sono davvero tanti i giovani e meno giovani che sono accorsi ieri ed oggi alla Fiera della Musica per accogliere Claudio Baglioni, Giovanni Gulino (Marta sui Tubi), Piero Pelù e Fedez, per la tre giorni indetta dal Medimex presso la Fiera del Levante di Bari dal 6 all’8 dicembre.

Il primo ospite ad aprire gli “Incontri d’autore” è stato il cantautore romano Claudio Baglioni, che dopo aver concesso un’intervista a Radio Norba, e fatto autografi ai fan si è spostato nello Spazio 6, palco 3, alle ore 11,30 per una lunga intervista di Ernesto Assante e Gino Castaldo. Baglioni ha subito iniziato a scherzare con la sala: “Non siete andati a scuola? Guardate che l’Italia ha bisogno di voi”, ha detto rivolgendosi alle diverse scolaresche che era lì ad ascoltarlo, e alle quali, su richiesta ha cantato alcune strofe del suo celebre brano “Strada Facendo“.

Il cantautore romano ha poi spiegato il suo percorso artistico dicendo che ancora oggi la sua più grande sfida è quella di: “Non deludere, fare in modo che la musica non sia solo una ripetizione di cose già fatte. Non è la durata di una carriera ma l’essenza la cosa più importante. Sfidare il proprio passato è un’impresa impossibile, e l’unico vero patto resta quello di avere la capacità di sorprendersi. Il rischio è quello di imitare noi stessi. Diventare la propria parodia è la cosa meno interessante che possa succedere”.

Foto di Giovanna Manna

Baglioni ha inoltre raccontato che più volte ha sentito il bisogno di fermarsi: “Tra la fine degli anni ‘80 e l’inizio dei ’90“, perché ha continuato, “avevo pensato di staccarmi dal pubblico e continuare solo a scrivere canzoni, come nel corso degli anni hanno fatto anche altri colleghi. Dopo un incidente d’auto mi sono invece ricreduto. La cosa più importante di una carriera è avere incontrato le persone, il pubblico. Amare la gente è durissimo. Difficile essere un artista popolare. Ognuno vorrebbe scegliersi il proprio pubblico”, cosa di certo non possibile. Così l’artista ha raccontato che è prevalso in lui il desiderio di continuare, decisione che poi lo ha portato ad innumerevoli successi, in ultimo il recente disco d’oro ricevuto per l’album ConVoi uscito lo scorso 22 ottobre 2013. Baglioni nel corso dell’intervista, si è soffermato a lungo anche su questo suo ultimo lavoro, spiegando la sua evoluzione del tutto innovativa.

Altro ospite degli incontri d’autore è stato Fedez, intervistato ieri alle 15,30 da Francesco Costantini e Gino Castaldo. E durante la sua intervista, Fedez ha spiegato: “Io ho iniziato a fare hip hop esclusivamente perché avevo bisogno di comunicare, avevo bisogno di farmi ascoltare, di sfidare gli altri e di vincere”.

Per Piero Pelù, invece, intervenuto nello Spazio 2 alle ore 18,00 per un incontro-intervista con Ernesto Assante, la dipendenza, quella dalla musica, è inevitabile: “La musica è libera per definizione. Poter essere su un palco è una attività di una bellezza ineguagliabile. Si diventa dipendenti dalla musica”.

E’ stato dato grande spazio anche alle premiazioni con il premio speciale della critica che è andato a Jovanotti risultato l’artista nettamente più votato in tutte le categorie di sua competenza già nella fase della semi-finale. Il miglior album dell’anno è andato invece a Francesco De Gregori, mentre il miglior album emergente ad Andrea Nardinocchi. A seguire è stata la volta del premio per il miglior tour dell’anno che è andato a Vasco Rossi, e quello come miglior tour emergente a Fedez e a Cesare Cremonini per la categoria videoclip.

Nelle giornate di oggi e domani saranno ospiti anche Francesco De Gregori, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni, Pino Daniele, Nicolò Fabi.