Lampedusa: Khalid Chaouki, deputato Pd, protesta nel centro di accoglienza per denunciare violazione diritti immigrati

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 23 Dic 2013 alle ore 10:10am


Il deputato del Partito democratico Khalid Chaouki, di origini marocchine si è rinchiuso nel centro di accoglienza di Lampedusa per denunciare la violazione dei diritti degli immigrati.

E sul suo profilo Twitter ha postato una foto scattata all’interno della struttura. Inoltre, in collegamento telefonico con RaiNews24 il deputato ha detto che “I Cie sono davvero la negazione della dignità delle persone”. E continuando che ”Il centro d’accoglienza di Lampedusa è un luogo indegno, ci sono ancora 7 sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre e 6 migranti in sciopero della sete e della fame da due giorni”. “Resterò fino a quando non sarà trovata una soluzione”.

Dopo le immagini diffuse nei giorni scorsi, dal Tg2 sul trattamento dei migranti e la protesta di sabato 22 dicembre, partita al centro di Roma, dove otto immigrati si sono cuciti la bocca, anche il premio Nobel per la Pace e attivista nordirlandese Betty Williams lancia un appello alla politica italiana: “Voglio appellarmi a tutte le forze politiche presenti nel vostro Parlamento affinché venga abolita la legge Bossi-Fini così come è. Che venga trovato il modo di coinvolgere fin da subito il mondo del volontariato ed il sistema dei Comuni nell’accoglienza di questi uomini e donne che cercano prima di tutto un conforto dalla disperazione”.