Istat, cresce il numero di italiani con problemi psicologici

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 26 Dic 2013 alle ore 9:20am


Secondo un report diffuso dall’Istat, emerge che tra il 2005 e il 2012 è peggiorata la percezione degli italiani e del loro stato di salute mentale. L’istituto di statistica, ha pubblicato le stime provvisorie dell’indagine multiscopo ”Condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari” realizzata grazie al sostegno del ministero della Salute e delle regioni, analizzando il periodo compreso tra settembre 2012 e giugno 2013, su un campione complessivo di circa 60 mila famiglie.

Ebbene, l’indice di percezione dello stato di salute psicologico, verificato per età, passa dal 49,6 del 2005 al 48,8 del 2012; diminuendo tra gli adulti di 45-54 anni, e i residenti al Sud, e le donne tra 45 e 64 anni che cercano lavoro.