McDonald’s sconsiglia, sul sito web, i propri dipendenti dal consumo di fast food, perché fa male

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 29 Dic 2013 alle ore 10:45am


Nei giorni scorsi sul sito web McResource line, dedicato agli impiegati della catena McDonald’s, l’azienda metteva in guardia i propri dipendenti, sui danni che il “cibo spazzatura” può causare alla salute con queste parole: “Il fast food è veloce poco costoso e un ‘alternativa veloce alla cucina casalinga (…) ma l’eccesso di calorie, i grassi saturi, lo zucchero e il sale contenuti in questi prodotti possono portare all’obesità”.

Tale avvertimento però è subito scomparso: i vertici di McDonald’s hanno oscurato il sito. Da Oak Brook, la base in Illinois di McDonald’s, sono arrivate critiche subito dopo che la notizia è stata diffusa dalla Cnbc: “Le informazioni e il contenuto del sito sono state travisate e portate fuori contesto. Hanno generato giudizi Le commenti inappropriati”.

Si è trattato dunque di autocritica e autocensura? Fatto sta che McDonald’s parla ora di parole travisate, forse perché ha pensato che la cosa avrebbe creato all’azienda un danno inestimabile.