Conversando con Renato Raimo, attore tv, cinema, teatro e regista

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Gen 2014 alle ore 7:30am

Tuttoperlei.it ha intervistato il bravissimo attore di teatro, cinema e tv, nonché regista, Renato Raimo, Toscano ma di nascita in terra di Puglia. Al suo attivo importanti interpretazioni, che gli hanno permesso di calcare le scene dei migliori teatri italiani, i set di fiction molto amate dal pubblico e acquisire una consolidata esperienza cinematografica.

Negli anni, Renato ha affiancato attori come Terence Hill, Flavio Insinna, Raoul Bova. E’ stato diretto da registi come Giuseppe Tornatore, Giovanni Veronesi, Stefano Reali, Renato de Maria, Elisabetta Marchetti, Pino Quartullo, Federico Moccia, Andrea Buscemi e Antonio Centomani.

Formatosi nel tessuto culturale e teatrale di Pisa, giovanissimo ha esordito con “Amici miei – Atto II“, diretto dal maestro Mario Monticelli, all’ombra di attori come Tognazzi e Celi. Esperienza questa che gli ha permesso di intraprendere un percorso artistico in ascesa, dopo il debutto da professionista nella “Favola del Figlio Cambiato“.

Renato Raimo, ha recitato inoltre, nelle seguenti fiction e soap televisive, ricordiamo: “Sottocasa”, “Don Matteo 5”, “Medicina generale”, “Carabinieri 6”, “Eravamo solo mille”, “La Squadra 8”, “Un posto al sole d’estate”. E dal 2011 interpreta il ruolo del cinico Mauro Zanasi in “CentoVetrine”.

E’ stato testimonial di diversi spot pubblicitari. Ha affiancato Luciana Littizzetto nello spot della Telefonia HG3. E’ stato il volto nel 2009 del lancio mondiale del nuovo scooter MP3 Hybrid Piaggio. E ancora, in quello celebrativo della CocaCola dove Tornatore lo ha voluto tra i protagonisti dello spot celebrativo nel 2010.

Renato ha recitato al cinema, dopo il debutto avvenuto nel 2004 con il film indipendente “Red Mantis” regia di Gabriel Cash, in “Scusa ma ti chiamo amore“, di Federico Moccia, e poi nel sequel “Scusa ma ti voglio sposare“. Nel 2014, lo vedremo invece nel film “L’aquilone di Claudio” per la regia di Antonio Centomani. Una pellicola che parla del difficile e delicato tema sociale, della Atassia, malattia rara per la quale non esiste ancora una cura.

Il nostra artista, ha maturato una solida esperienza nella regia grazie agli spettacoli “Trappola per Topi” di A.Christie e “The Importance” di O. Wilde prodotti dal Teatro Il Canovaccio di Pisa, in cui ha ricoperto il ruolo di Algernoon. Mentre, tra il 2003 e 2007, ha fondato e diretto la “MusicalDream” portando in scena i personaggi più famosi del mondo del musical.

Di recente, Renato Raimo è stato impegnato a teatro con lo spettacolo “Controvento“, di Mario Cristiani, che racconta la storia biografica dell’ingegnere Corradino d’Ascanio. Uno dei più grandi protagonisti della storia industriale d’Italia. Geniale progettista aeronautico, inventore dell’elicottero nonché dell’elica a passo variabile. Ideatore della prima Vespa. Mito di intere generazioni e simbolo del Made in Italy nel mondo.

A Renato abbiamo fatto alcune domande e chiesto:

Quale di queste attività, che eserciti da anni, ti appassiona e ti emoziona di più?
E lui ci ha risposto: “Mi affascinano ed emozionano tutte le attività che esercito. Le vivo in egual misura, cercando di dare sempre il meglio di me, mettendoci sempre tanta passione, professionalità ed energia“.

In cosa ti identifichi, e in cosa no nel personaggio di Mauro Zanasi?
Il personaggio che interpreto in ‘CentoVetrine‘ è completamente diverso da me per questo aspetto: lui è cinico, io non lo sono. Ma è un tipo che non si perde d’animo. Cade molte volte, ma con coraggio e determinazione, riesce sempre a rialzarsi senza alcuna difficoltà. E in questo gli somiglio. Forse però un un pizzico, di sano cinismo, nella vita potrebbe aiutarmi. Mah non so ci devo pensare!”.

Puoi dirci quali saranno i prossimi appuntamenti di “Controvento” ?
Il tour teatrale si è concluso il 7 dicembre scorso. L’ultima replica è andata in scena a Castelnuovo Garfagnana presso il Teatro Alfieri, ma nel 2014 riprenderà in una nuova veste, con un progetto più allargato. Lo scopo è quello di far conoscere alla nuove generazioni il personaggio di Corradino d’Ascanio, uno dei più grandi inventori del ‘900“.

A parte questo impegno teatrale, quali sono i tuoi prossimi appuntamenti lavorativi del 2014?
A partire dall’8/9 marzo sarò in Puglia con lo spettacolo teatrale ‘La ragione degli altri‘ di Luigi Pirandello, come attore e regista. Inoltre, mi vedrete al cinema nel film ‘L’aquilone di Claudio’ in veste di attore co-protagonista, nel cui cast ci sono anche: Milena Vukotic, Irene Ferri, Massimo Poggio, Luigi Diberti. Poi sarò nella prossima stagione televisiva di ‘Don Matteo‘, in un episodio, accanto a Terence Hill. Infine mi aspettano altri appuntamenti, che per ora preferisco non svelare”.

Puoi raccontarci come hai trascorso le festività natalizie?
Le ho trascorse in famiglia. Per me è importante soprattutto in queste occasioni dell’anno, ritrovarsi e stare insieme. Amo la semplicità, e lo stare in famiglia mi da’ tanta carica e serenità“.

C’è qualcosa che vuoi dire alle nostre lettrici?
Sì, voglio dire loro, di amarsi e accettarsi per come sono. Conservare la loro interiorità e i loro valori, anziché lasciarsi influenzare dall’esteriorità”.

Tuttoperlei.it ringrazia Renato Raimo per la disponibilità dimostrata e invita tutte le lettrici a seguirlo nei prossimi appuntamenti lavorativi e sulla sua pagina ufficiale di Facebook.