gennaio 11th, 2014

Moda, marchio Paciotti chiede il concordato preventivo per troppi debiti

Pubblicato il 11 Gen 2014 alle 2:50pm

Il noto marchio Cesare Paciotti ha chiesto il concordato preventivo. La famosa azienda leader nelle calzature di lusso e dell’abbigliamento ne ha fatto richiesta al Tribunale di Macerata a fine dicembre. Il motivo? Si parla di debiti per 30 milioni nei confronti di creditori e banche.

Con il concordato preventivo, tutte le istanze di pagamento vengono congelate nei confronti dei lavoratori (250 i dipendenti diretti, 1.200 quelli dell’indotto) e dei creditori.

La spa, ha due mesi di tempo, con possibilità di proroga, per presentare un piano definitivo di concordato.

Lo stilista Cesare Paciotti e la sorella Paola, hanno spiegato che la crisi è da attribuire al crollo del mercato interno, e a sei milioni di euro di somme che avrebbe dovuto incassare da alcuni clienti italiani e che invece sono rimaste insolute. La ripresa, è prevista già dal 2014, grazie al rilancio delle vendite all’estero.

L’Italia eccelle nella ricerca della pelle artificiale

Pubblicato il 11 Gen 2014 alle 2:25pm

Se si parla di pelle artificiale è importante sottolineare che l’Italia eccelle nella sperimentazione, e che l’Istituto italiano di tecnologia è capace di monitorare tre grandi studi che potranno stravolgere la nostra quotidianità. (altro…)

Renoir comprato a un mercatino di pulci per 7 dollari

Pubblicato il 11 Gen 2014 alle 2:18pm

Quattro anni fa, un dipinto originale di Pierre-August Renoir, che nel 1879 il genio impressionista realizzò per la sua amante, è stato acquistato presso un mercatino delle pulci. A darne notizia la Cnn. (altro…)

Crolla una palazzina a Matera, sei persone tratte in salvo, si cerca un disperso

Pubblicato il 11 Gen 2014 alle 12:27pm

Si cerca ancora un disperso nel crollo della palazzina di tre piani venuta giù stamattina attorno alle 7.30 nel centro di Matera, in via Piave.

Sei le persone che sono state tratte in salvo dai vigili del fuoco, dai carabinieri e dai sanitari del 118. Il sindaco della città, ha spiegato che la palazzina si trovava in un’area della città “abbastanza ben tenuta, a ridosso del centro” e che le “condizioni del rione non sono di degrado”.

Per precauzione, sono stati evacuati anche gli altri edifici attigui per il rischio che ci possano essere altri cedimenti.

Tumori dell’amianto, nuove prospettive di cura

Pubblicato il 11 Gen 2014 alle 12:22pm

Nuove speranze mediche arrivano per la cura del tumore dell’amianto, il mesotelioma pleurico grazie a due studi pubblicati di recente su riviste internazionali dal gruppo di ricercatori dell’Università di Siena, dell’Istituto Tumori di Napoli-CRom e della Temple University di Philadelphia, coordinati dal genetista Antonio Giordano, docente di Anatomia e Istologia patologica nell’ateneo senese. (altro…)