Nicolò Scialfa, ex vicepresidente della giunta regionale della Liguria, è stato arrestato nell’ambito dell’indagine sulle spese del gruppo dell’Italia dei Valori in Consiglio regionale dal 2010 al 2012. Nei suoi confronti l’accusa di peculato, falso e truffa aggravata. L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari.

Scialfa, si sarebbe appropriato di 70mila euro e per giustificare le uscite dai fondi della Regione avrebbe falsificato le firme di alcuni consiglieri regionali.

La Guardia di finanza ha perquisito altri tre consiglieri regionali che sono ora indagati nell’ambito della stessa indagine. Si tratta di Marilyn Fusco e Stefano Quaini, entrambi ex Idv, e Marusca Piredda attuale capogruppo in Regione del partito di Di Pietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.