Letta si dimette, domani dal presidente Napolitano. Il Pd vota per governo Renzi sino al 2018

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 13 Feb 2014 alle ore 7:06pm


Il premier Letta si dimette e domani andrà al Quirinale. Il segretario del Pd Matteo Renzi ha ottenuto nella giornata di oggi, da parte della direzione del suo partito il via libera a un nuovo governo di coalizione, mantenendo la stessa maggioranza di quello guidato da Letta, che duri sino al 2018 e che attui un “cambiamento radicale”, uscendo da quella che ha definito “la palude“, con l’ambizione di voler trasformare l’attuale legislatura in una legislatura costituente.

Così, dopo il voto con una schiacciante maggioranza, una nota di Palazzo Chigi ha annunciato che il presidente del consiglio Letta si recherà domani al Quirinale per un colloquio con il presidente della Repubblica. La direzione del Pd ha approvato il documento di Renzi ad un nuovo governo con 136 sì, 16 no e 2 astenuti.

Renzi, da parte sua, non ha proposto la sua candidatura a nuovo premier, ma ha fatto capire che non si tirerà indietro, spiegando che non intende smentire chi ha parlato di una sua “ambizione smisurata”.