Aosta: ritrovato in un ruscello il corpo senza vita di Christiane Seganfreddo, si ipotizza una morte accidentale

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Feb 2014 alle ore 11:48am


Nella località di Arpuilles, nella zona collinare di Aosta, è stato trovato ieri, il corpo senza vita di Christiane Seganfreddo, l’insegnante di 43 anni scomparsa nel mese di dicembre.

A ritrovare il cadavere della donna, è stato un coltivatore di vigne. Il corpo di Christiane SEganfreddo era in un ruscello.

Si ipotizza che la donna sia morta in seguito a una caduta mentre stava passeggiando.

Il procuratore capo di Aosta ha fatto sapere che “Sul corpo non sono stati rilevati segni di violenza provocati da altre persone. Le ipotesi più probabili sono quindi quelle di un gesto anti-conservativo oppure di un incidente. Sarà comunque l’autopsia a chiarire le cause del decesso“.

Christiane amava fare lunghe passeggiate e negli ultimi tempi non era in buone condizioni psichiche. Era caduta nello sconforto, a causa di una diagnosi di malattia agli occhi che l’avrebbe resa cieca.