Secondo un recente studio, l’acido acetico, ingrediente attivo dell’aceto, sarebbe capace di uccidere i microbatteri della tubercolosi e i farmaco-resistenti.

Tale studio, pubblicato sulla rivista mBio, da parte di Howard Takiffe e dei suoi colleghi del Laboratory of Molecular Genetics presso il Venezuelan Institute of Scientific Investigation (IVIC) di Caracas sostiene che l’aceto possa diventare un ottimo disinfettante a basso costo, non tossico contro il Mycobacterium tuberculosis, causa della tubercolosi.

Questi scienziati, sono arrivati a questa conclusione, dopo che una di loro, usando l’aceto per preparare un farmaco da testare sul microrganismo della tbc si è accorta che questo condimento naturale, in assenza di qualunque altra sostanza, poteva uccidere il microbatterio. Da qui i ricercatori hanno testato diversi ceppi di tubercolosi scoprendo che un’esposizione a una soluzione di acido acetico al 6%, per 30 minuti, può uccidere anche i ceppi più resistenti, riducendo così, il numero dei micobatteri della tubercolosi da circa 100 milioni a livelli non misurabili.

Pertanto, dicono gli esperti, queste soluzioni di acido acetico potrebbero essere utilizzate come disinfettanti non tossici in ambiente sanitario, per pulire superfici dove possono annidarsi microbatteri pericolosi per la salute dei pazienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.