Le autorità filorusse della Crimea hanno chiesto al presidente russo Vladimir Putin di esaminare una richiesta di adesione alla Federazione Russa, che sarà oggetto di un referendum indetto per il prossimo 16 marzo.

Lo ha annunciato all’AFP uno dei membri della maggioranza del Parlamento della Crimea, Grigoriy Ioffe.

Intanto, il primo ministro ad interim ucraino, Arseniy Yatsenyuk, accusa la Russia delle tensioni. Secondo Yatsenyuk dopo un colloquio avuto con il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, ”dipende dalla Russia, se e’ pronta a risolvere il conflitto o se preferisce accrescere le tensioni come ha fatto nelle ultime ore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.