Nei giorni del G8 di Genova non indossava il camice bianco, ma la tuta mimetica della polizia penitenziaria e le vittime dei pestaggi lo hanno descritto come «il seviziatore di Bolzaneto».

Il medico Giacomo Toccafondi, che durante il G8 del luglio 2001 a Genova avrebbe compiuto atti di violenza sui ragazzi che avrebbe dovuto assistere, è stato licenziato dalla Asl 3.

A rivelarlo un quotidiano locale. Nei giorni del G8 Toccafondi era il responsabile dell’infermeria di Bolzaneto, ‘la caserma degli orrori’.

Le immagini di violenza e di insulti hanno fatto il giro del mondo anche grazie al film “Diaz, non lavate questo sangue”.

Ieri pomeriggio, a distanza di dodici anni e otto mesi dal G8, il medico Giacomo Toccafondi, di 60 anni è stato licenziato dalla Asl 3 dove prestava servizio. Con decorrenza immediata e senza preavviso.

Questa mattina il medico non ha potuto presentarsi all’ospedale Gallino di Pontedecimo dove lavora come chirurgo. La “sentenza” gli è stata comunicata da un dirigente della Asl.

Toccafondi che nei giorni del G8 era il responsabile dell’infermeria di Bolzaneto e che secondo i giudici «agì con particolare crudeltà», potrà presentare ricorso d’urgenza per congelare il licenziamento.

In appello l’uomo era stato salvato da una prescrizione, ma “condannato” al risarcimento delle vittime. Ora rischia di essere radiato dall’ordine dei Medici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.