Dopo la rivista Time che l’ha eletto “uomo dell’anno” del 2013, dopo Rolling Stone, che l’ha messo in copertina, è la volta della rivista economica Fortune, che indica Papa Francesco come il leader più importante e influente del mondo, mettendolo al primo posto della classifica di 50 nomi più meritevoli in tutto il mondo.

Fortune ricorda che Bergoglio “ha creato un gruppo di otto cardinali per consigliarlo sulla riforma, che uno storico della Chiesa chiama il ‘passo più importante nella storia della Chiesa degli ultimi 10 secoli'”.

Il presidente americano Barack Obama, è il primo presidente degli Stati Uniti a subire un duro colpo. E’ il capo di Stato più potente al mondo ma che non compare neppure nei primi 50 nomi big della classifica.

Dietro Bergoglio c’è la cancelliera tedesca Angela Merkel, poi è la volta di Mulally della Ford al terzo posto, al quarto c’è Warren Buffett, al quinto Bill Clinton, al sesto la Nobel birmana Aung San Suu Kyi, al settimo il comandante delle forze Usa in Afghanistan, generale Joe Dunford, all’ottavo Bono degli U2, al nono il Dalai Lama, al decimo il fondatore di Amazon, Jeff Bezos.

Nessun italiano nelle cinquanta posizioni, che comprendono anche nomi che vanno da quello dell’attivista pakistana Malala Yousafzai ad Angelina Jolie, nel doppio ruolo di attrice e operatrice umanitaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.