Il dolore cronico porta anche alla depressione

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Mar 2014 alle ore 12:07pm

In occasione della presentazione di ieri, avvenuta a Milano, del progetto ‘Parole del dolore’, lanciato dall’associazione “Vivere senza dolore” al fine di dare voce a coloro che soffrono di dolore cronico, è emerso che queste persone sono spesso anche affette da depressione.

A tale progetto è stata affiancata un’indagine che ha scoperto che quasi la metà di coloro che soffrono di dolore cronico è presente anche la depressione.

Il dolore cronico colpisce anche la salute mentale di chi è colpito dal male, in quanto il male rimanendo per un tempo maggiore di quello associato solitamente ai tempi di guarigione diventa una problematica di vita ed esistenziale nel 50% dei casi inducendo alla depressione.

In pratica affermano gli esperti, essendo il dolore impossibile da sopportare, anche a causa di problemi quotidiani, esso cancella i colori intorno alle persone, le sfinisce più della malattia sino a causare in loro un grande senso di frustrazione e di impotenza facendole cadere in un forte stress fino a portare alla depressione.

Ecco allora che il Centro Neuropsicologico di Vigevano raccogliendo diverse testimonianze di pazienti, e sottolineando le corrispondenze fra quanto è emerso dalle dichiarazioni dei malati e ciò che è stato scoperto dalle ultime ricerche è arrivato ad affermare che nel 44% dei casi è presente la depressione, e nell’11% la perdita di speranza e di dignità, oltre che l’impossibilità a vivere nel 22% e nel 32% un abbassamento della qualità della vita.