Chi sono gli Art of Voice Musica & Serena Bagozzi del ‘ConVoi Tour’ di Claudio Baglioni? [Intervista]

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Apr 2014 alle ore 7:03am

Claudio Baglioni con: (da sinistra foto) Frankie Lovecchio, Serena Caporale, Rossella Ruini, Marco Rinalduzzi, Claudia Arvati e Serena Bagozzi

Tuttoperlei.it, tra una tappa e l’altra del ‘ConVoi Tour‘ di Claudio Baglioni, ha intervistato gli Art of Voice Musica per conoscerli meglio e sapere particolari e retroscena di questo incredibile spettacolo che il cantautore romano, sta portando in giro per l’Italia.

Chi sono gli Art of Voice Musica?
Lo abbiamo chiesto a Rossella Ruini, leader e parte integrante del gruppo.

Gli Art of Voice Musica sono nati da un’idea mia, ispirata da un concetto semplice ma importante: trovare nuovi percorsi che uniscano il mondo della ricerca e della didattica musicale a quello della musica e dell’espressione artistica professionale, attraverso un unico mezzo, la ‘Voce’, osservata e contemplata in tutte le sue sfumature. Un progetto innovativo, competitivo e al tempo stesso al passo con i tempi, messo a punto da una squadra di insegnanti, cantanti, musicisti, manager ed esperti di comunicazione di comprovata esperienza.

E ancora:

Tu ed alcuni colleghi degli ‘Art of Voice Musica’ fate parte del ConVoi Tour di Baglioni, partito da Rieti lo scorso 27 febbraio, che dopo aver attraversato molte città del Sud sta percorrendo, in questo periodo, il Centro-Nord, registrando il tutto esaurito.
Ci descrivi con parole tue, questo straordinario evento live di musica e spettacolo?
E’ un concerto di tre ore ininterrotte, costruito su di un palco – cantiere, in cui musiche, coreografie ed effetti speciali, vanno a raccontare la lunga carriera ‘in progress’ di Claudio Baglioni e l’incertezza della ‘Officina’ Italia. Una città-ideale in fase di costruzione che, scena dopo scena, cresce e cambia identità, grazie soprattutto alla musica, protagonista in assoluto.

Un concerto, diremo noi (che abbiamo visto, e consigliamo a tutti di vedere), molto accattivante, energico e trascinante, che viene aperto con la scritta ‘Tutta un’altra musica’, alla riscoperta di sonorità con effetti ‘analogici’, e una super band composta da tredici polistrumentisti e quattro sorprendenti vocalist, della Art of Voice Musica, tra i quali ci sei tu con Serena Caporale, Claudia Arvati, e Frankie Lovecchio.

Photographer Gregory Macera

Ci parli della tua esperienza artistica, e di quella maturata dai tuoi colleghi e dalla bravissima Serena Bagozzi, che per questo tour si è unita a voi?
Per quanto mi riguarda, ho alle spalle un percorso bellissimo ed eterogeneo, fatto di musica classica, jazz e pop, collaborazioni con artisti del calibro di Andrea Bocelli, Nicola Piovani, Seal, Michael Bolton, Laura Pausini, Pino Daniele, Gigi D’Alessio, e tanti altri. Ho lavorato per la tv, per il doppiaggio cantato, per l’incisione di tante colonne sonore. Sono cantante di crossover, amo cioè la vocalità classica abbinata alla canzone moderna, e, grazie a questo, riesco a condividere un patrimonio squisitamente italiano col pubblico di tutto il mondo. Serena Caporale: ha una vera passione per la didattica e l’insegnamento, ma è anche un’artista di rara sensibilità ed eleganza, che ha partecipato due volte al Festival di Sanremo, ha collaborato con molti grandi artisti tra cui A. Bocelli, Gigi D’Alessio, Anna Tatangelo. Attualmente è in cantiere un suo progetto di rivisitazione dei classici della musica partenopea, sua radice culturale. Claudia Arvati: è una vocalist veterana, che ha collaborato con moltissimi artisti nazionali ed internazionali, ha partecipato alle più importanti trasmissioni televisive, dal Festival di Sanremo ad Amici di M. De Filippi. Insieme a me e a Serena Caporale, ha partecipato in moltissime occasioni al doppiaggio cantato per Disney, e ha prestato la sua voce alla realizzazione di colonne sonore di film e fiction televisive. Frankie Lovecchio: invece, dalla voce profonda e “black”, collabora da anni con le orchestre delle più importanti trasmissioni televisive, da Sarabanda ad Amici di M. De Filippi. Ha inoltre prestato la sua opera come vocalist per moltissimi artisti nazionali e internazionali (Kid Creole, Gloria Gaynor), ma punta di diamante è l’attività che conduce con la Frankie and the Canthina Band, una realtà live tra le più attive a livello nazionale, con cui vanta un consolidato percorso artistico di ben quindici anni di carriera e due album. Serena Bagozzi: infine, collabora con Claudio da oltre tre anni. E’ una musicista completa che ha collaborato con molti artisti, sia come cantante classica che come vocalist pop. Oltre ad essere una persona stupenda con la quale è un piacere lavorare.

Il tour di Baglioni prevede una scaletta di successi di ieri e di oggi, 34 canzoni riproposte tutte dal vivo in nuove versioni e arrangiamenti, molte delle quali in chiave ‘rock’. Si parte con ‘Notte di note, note di notte‘, si prosegue con ‘E tu come stai‘, ‘Dagli il via‘, ‘Quante volte‘, sino ad arrivare ai brani evergreen tra cui ‘Io me ne andrei‘, al siparietto dedicato alle nuove e struggenti ‘Dieci dita‘, ‘E noi due là‘, ‘In un’altra vita‘, ‘Una storia vera‘, passando per la hit dei brani, che manda letteralmente in visibilio il pubblico: ‘Avrai‘, ‘Mille giorni di te e di me‘, ‘E tu‘, ‘Io sono qui‘, ‘W L’inghilterra‘, ‘Questo piccolo grande amore‘, ‘Strada facendo‘, ‘La vita è adesso‘, ‘Via‘ sino ad arrivare alla chiusura dello show con il nuovo brano ‘Con Voi‘, che ha dato il titolo al disco e al tour, e che entro il 2014, dovrebbe dare il titolo anche ad un secondo album di canzoni inedite oltre che a un’altra tranche di imperdibili appuntamenti live.
E tra le tante e bellissime esecuzioni live di Claudio, che fanno parte di questo imperdibile concerto, non possiamo non citare quelle in cui ci siete anche voi, con la vostra straordinaria partecipazione vocale, scenica e coreografica: ‘Con tutto l’amore che posso‘, ‘Poster‘, ‘Noi no‘, ‘Porta Portese‘, ‘E adesso la pubblicità‘.

Puoi dirci, se c’è qualche brano, che inizialmente per te/voi, è stato più difficile da eseguire, per particolarità, esecuzione vocale o coreografia?
In realtà, tutti e nessuno. I brani di Claudio sono complessi sia per la varietà dei testi che per la difficoltà degli impianti armonici, mai scontati. Pertanto, costruire parti per cinque voci, non è stato affatto semplice, ma, oltre ad affidarci al nostro ‘mestiere’ e affiatamento, abbiamo potuto contare sulla perizia e creatività di Marco Rinalduzzi. Invece per le (piccole) coreografie, siamo stati aiutati da Giorgia Montefusco…Non sai che soddisfazione, è stato per noi muoverci su di un palco così grande e bello!.

In questo tour di Baglioni, come da te accennato, spicca anche la partecipazione di Marco Rinalduzzi, anch’egli degli Art of Voice Musica, bravo chitarrista, compositore, arrangiatore e produttore.

Rossella, puoi parlarci un po’ della sua carriera artistica e musicale?
Marco nasce come chitarrista elettrico, ma il suo talento e preparazione, oltre a renderlo protagonista della musica leggera italiana, dalla fine degli anni ’80 ad oggi, si sviluppa anche nell’arte della scrittura musicale (suoi sono, infatti, tra gli altri, ‘E poi’ di Giorgia e ‘Cambiare’ di Alex Baroni) e nella produzione e direzione artistica (Giorgia, Baroni, S. Caporale, A. Bocelli, Il Volo). Marco è certamente un musicista creativo, geniale e dal temperamento genuinamente sanguigno.

Da quanto tempo, tu e gli altri di Art of Voice Musica, impegnati nel tour di Baglioni, lavorate insieme?
Ci conosciamo più o meno da una decina d’anni, e abbiamo lavorato molte volte agli stessi progetti. Ma Art of Voice Musica nasce un anno e mezzo fa. I miei colleghi hanno risposto con grande entusiasmo e grandissima professionalità alle iniziative da me proposte. Abbiamo voci e temperamento diversi, ma in comune la stessa voglia di rinnovare la nostra professione e condividere la nostra esperienza con artisti più giovani e col pubblico. Secondo il nostro punto di vista, la musica deve tornare a far parte di una dimensione più vera e più ‘suonata’. Marco Rinalduzzi è entrato nel team poco più di sei mesi fa, ma anche lui è una conoscenza di vecchia data.

Cosa rappresenta, per te e colleghi, questa esperienza con Baglioni?
Claudio è un artista curioso e sempre alla ricerca di nuovi suoni e suggestioni: aveva manifestato a Marco il desiderio di rinnovare il suo show con qualcosa di diverso. Così è nata la proposta di un gruppo di vocalist, e noi, col fatto che lavoriamo insieme da tanto tempo e che mescoliamo talento, vocalità e stili differenti, siamo sembrati la scelta migliore: ci siamo conosciuti ed è partita una collaborazione bellissima.

Come descriveresti Claudio Baglioni come artista e come persona?
E’ un poeta con una grandissima voce e un grandissimo cuore. E la sua non è soltanto la creatività del musicista dal grande estro creativo, talento e professionalità. E’ quella di una persona estremamente gentile, educatissima nei modi, meticolosa per quanto riguarda la messa in scena dello spettacolo.

Perché, secondo te, questo tour riscuote un così grande successo?
Penso che il merito sia del fatto che sia un grandissimo spettacolo, fatto di tanta musica meravigliosa, che appartiene a tutti, e di un complesso intreccio di regia ed effetti scenici.

C’è qualche data in particolare, che pensi sia stata per te/per voi, la più bella e la più emozionante in assoluto, rispetto a quelle sinora fatte?
L’emozione ci accompagna sempre. Il calore del pubblico è ogni volta diverso, ed assolutamente indescrivibile. Peraltro, ci sono anche, moltissimi fan di Claudio, che lo seguono un po’ ovunque, facendosi più date del tour e che dunque iniziamo a riconoscere.

Come siete soliti trascorrere il vostro tempo libero, tra una data e l’altra?
Viviamo insieme. C’è un grande affiatamento, risate, divertimento e arricchimento personale. Una sorta di microcosmo itinerante molto simile a una famiglia elettiva.

Rossella, un’ultima domanda..Ci puoi parlare dei prossimi appuntamenti lavorativi degli Art of Voice Musica?
Mentre continua il nostro viaggio per l’Italia con i prossimi appuntamenti del ConVoi Tour, il nostro gruppo Art of Voice Musica si prepara anche, a grande richiesta, per due importantissimi seminari di canto che si terranno ad aprile e a maggio. Con me ci saranno oltre a Serena Caporale, Claudia Arvati, Frankie Lovecchio, anche Marco Rinalduzzi e Fabrizio Palma. La formula sarà la stessa, ovvero tre giorni intensi che si concluderanno con una vera e propria esibizione live di fronte al pubblico. I migliori quattro partecipanti ai seminari, decretati da una giuria tecnica, dovranno poi duettare con i big del panorama italiano, durante la seconda edizione de La Voce delle Stelle che avrà luogo a giugno in una importante struttura della capitale.

Tuttoperlei.it ringrazia gli Art of Voice Music e in particolare Rossella Ruini, per la gentilezza e la disponibilità dimostrata, augurando loro tanto successo e tante soddisfazioni.