Eni, la nuova campagna Rethink Energy segue i passi dell’étoile internazionale Roberto Bolle

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 04 Apr 2014 alle ore 5:01pm

Per la Eni il miglior modo per investire nell’energia è quello di prendersene cura. Ecco allora che ha pensato e realizzato la campagna Rethink Energy – lanciata lo scorso settembre – allo scopo di ridefinire il modo in cui ogni giorno viviamo l’energia. Obiettivo primario della campagna, è dunque quello di creare una nuova consapevolezza collettiva che vede tutti coinvolti, azienda e consumatori, in una nuova cultura.

La campagna Eni, cambiare le percezioni e le abitudini che le persone hanno nei
confronti dell’energia. Un cambiamento che può verificarsi anche grazie a un modello di
società a cui ispirarsi, che dia il proprio esempio attraverso fatti tangibili e concreti.

Diamo all’energia un energia nuova“, è questo lo slogan, nonché il messaggio del nuovo spot pubblicitario. Che nella nuova versione è ancora più significativo e rappresentativo.

Il concetto vuole far passare è quello di una prospettiva migliore, un guardare al futuro attraverso l’energia. Il consumatore deve diventare attore “responsabile” di tale processo, sentendosi coinvolto e partecipe.

Per questo, la campagna mette assieme ciò che fa il singolo con ciò che fa la Eni, offrendo a quest’ultima la possibilità di mostrare il proprio impegno per l’energia oltre che il business. L’energia si sa, è qualcosa di molto grande e complesso. Si muove, trasforma, cresce, crea nuove rappresentazioni. E proprio in questa ottica, che si è ispirata la nuova campagna di Eni.

La campagna Eni, è impreziosita questa volta, da un’iniziativa davvero speciale: insieme a Toni Servillo con la sua voce da Oscar, c’è un’altra eccellenza italiana, che grazie alla sua arte, interpreterà l’evoluzione e la trasformazione dell’energia di rethink. Tale eccellenza è Roberto Bolle, étoile internazionale conosciuto in tutto il mondo come emblema di bellezza, cultura ed energia.

Ma la Rethink Energy by Roberto Bolle non solo una campagna pubblicitaria. Roberto Bolle diretto da
Fabrizio Ferri, da’ vita ad una performance artistica unica nel suo genere: il
suo corpo fluttuante nell’aria nel bel mezzo di giochi di luce e ombra riesce a trasmettere un’emozione pura, è movimento, che grazie alla sua eccezionale interpretazione, genera energia.

Oltre allo spot pubblicitario a 60” e 30”, ci sarà anche una versione speciale – sempre a 60” – firmata da Ferri come autore: una versione in cui dà una sua personale interpretazione di energia, emozionandosi ed emozionando. Le immagini, che sono accompagnate da una musica che lo stesso ha composto, chiudono con la firma Roberto Bolle directed by Fabrizio Ferri.

La campagna sarà on air dal 6 aprile con una pianificazione multimediale che interesserà tv, stampa, affissione, cinema e web.

In occasione della conferenza stampa che si è tenuta oggi 4 aprile 2014 ore 12 a
Milano, al Teatro La Scala, sono intervenuti: Paolo Scaroni amministratore delegato Eni, Roberto Bolle e Fabrizio Ferri.

L’étoile internazionale Roberto Bolle ha spiegato cosa rappresenta per lui tale campagna “Per me l’energia è soprattutto legata al movimento. E’ alla base della danza: il mio lavoro, la mia vita. Questa forza non si spegne sul palco, ma si alimenta dell’entusiasmo e delle emozioni del pubblico. Si trasmette e non si esaurisce. Vorrei che questa energia arrivasse nelle case di tutti. Oggi più che mai l’arte e la cultura hanno bisogno di energie nuove. L’artista vive di sogni. È sognando che riesce a realizzare grandi progetti. Per questo diventa fondamentale un nuovo mecenatismo da parte di società e aziende che sostengano la cultura e che aiutino gli artisti a realizzare i propri sogni”.

Mentre per il regista Fabrizio Ferri è un’“Emozione viene da ex movere, vuol dire muovere fuori: commuovere… L’arte, per creare energia, deve saper “toccare”il cuore.”