Omicidio Lisa Nusdorfi alla stazione di Mozzate, ucciso anche il fidanzato

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Apr 2014 alle ore 11:18am

Nuovi sviluppi nel caso dell’omicidio di Mozzate: oltre al delitto della ex compagna Lisa Nusdorfi, che vede coinvolto l’albanese ventinovenne Dritan Demiraj, arriva ora anche la confessione dell’uccisione del fidanzato della donna, che risultava scomparso dai giorni.

A riferirlo è il Corriere di Como, secondo il quale gli investigatori avevano indagato Silvio Mannina, dal cui telefonino era partito l’sms che aveva indotto la vittima a raggiungere il sottopassaggio della stazione ferroviaria di Mozzate, in provincia di Como. Luogo dove è avvenuto il delitto.

In un primo momento gli inquirenti avevano ipotizzato che Mannina fosse complice di Demiraj nel suo terribile piano, ma poi il sospetto che l’uomo fosse stato ucciso era emerso, fino alla confessione di oggi. Mannina sarebbe stato strangolato in una cava in Romagna.