Milano: orrore in un asilo nido, bimbi di 1-3 anni seviziati e messi a tacere con cerotti sulla bocca

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Mag 2014 alle ore 2:19pm


I carabinieri del Nas hanno arrestato la direttrice-maestra di un asilo nido della provincia di Milano, per maltrattamento nei confronti di bambini di età compresa tra 1 e 3 anni.

I carabinieri erano stati allertati su segnalazione di un ex dipendente dell’asilo che denunciava le carenze igienico sanitarie della struttura e la qualità del cibo che veniva dato ai bambini.

Secondo quanto riferito dal Comando Carabinieri per la tutela della Salute, la direttrice della struttura privata, per ottimizzare tempo e denaro risparmiava anche sul cibo e la cura dei piccoli.

Ad esempio, imboccava i bambini con lo stesso cucchiaio e dallo stesso piatto, anche se qualcuno vomitava, o adoperava per tutti lo stesso bicchiere.

Nell’ambito dell’attività investigativa è stato scoperto che erano numerosi gli episodi di violenza fisica e psichica sugli 11 bambini che aveva in custodia.

La donna era intollerante con loro, aveva un tono di voce severo ed utilizzava un linguaggio volgare, ingiurioso e minaccioso.

In molte occasioni li picchiava con schiaffi, spintoni e strattonamenti, impedendo loro di parlare fino a chiudergli la bocca col nastro adesivo.

I genitori naturalmente erano ignari di tutto ciò, anche perché lei li informava ogni giorno sul regolare consumo di pasti e di attività svolte.

In realtà, però, i piccoli venivano messi a dormire per tutta la giornata e guai se si muovevano o facevano capricci.