Esplodono pesanti polemiche in Francia per il clamoroso errore di progettazione che vede coinvolti ben 2000 nuovi treni regionali, più larghi dei precedenti, che richiedono ora per essere utilizzati, lavori di allargamento per 1.300 binari, per un valore complessivo di 50 milioni di euro.

Il sottosegretario ai Trasporti, Frederic Cuviller, ha definito tale vicenda “comicamente drammatica”. La notizia è stata data dal settimanale Le Canard Enchainé, e confermata dalle ferrovie (SNCF e RFF).

L’errore sarebbe stato causato dalla Rff, che ha trasmesso al Sncf i dati sbagliati sulle dimensioni dei nuovi convogli. L’operatore della rete ferroviaria aveva fornito la grandezza dei binari, che erano stati costruiti quasi 30 anni fa, tralasciando invece che 1200 stazioni francesi erano state realizzate circa 50 anni fa con criteri di certo diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.