Oggi domenica 25 maggio, si celebra la ‘Giornata del Sollievo’, nimesulide pericoloso per la salute

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Mag 2014 alle ore 9:56am


Oggi, domenica 25 maggio si celebra la tredicesima ‘Giornata del Sollievo‘, organizzata dalla fondazione Gigi Ghirotti.

Combattere ‘il dolore inutile’ e aiutare i pazienti che ne soffrono. Questo lo scopo della manifestazione che vede oltre 151 iniziative in tutta Italia.

La Giornata del sollievo, viene celebrata con il messaggio dell’oncologo Umberto Veronesi: ‘la creazione di una cultura in cui sia vincente il diritto del malato a non soffrire’.

Tra i vari eventi in programma, c’è anche quello dell’arrivo di 200 bambini a Roma sui ‘treni del sollievo’ per far visitare loro gli antichi luoghi di cura.

Aderiscono a questa celebrazione, tutte le farmacie. Il ministro Lorenzin ha voluto annunciare che la giornata del sollievo farà parte anche del prossimo semestre europeo come guida italiana, spiegando che “Le persone che si trovano in una fase della loro vita segnata dalla sofferenza devono essere accompagnate nel loro percorso con azioni volte a migliorare la qualità di vita e a salvaguardare la loro dignità“.

Secondo un recente studio condotto dalla fondazione sui farmaci, è emerso che nonostante le prove scientifiche sul nimesulide nella terapia del dolore, e della sua tossicità soprattutto per il fegato gli italiani continuano ancora a consumarlo.

La ricerca, condotta su pazienti di 150 farmacie di Roma, alle quali è stato sottoposto un questionario, è emerso che il paracetamolo è il farmaco più usato, seguito da ibuprofene e diclofenac.

Tali farmaci ‘coprirebberoo’ il 70% del campione di 2mila pazienti, mentre al quarto posto, ci sarebbe appunto con il 20%, il nimesulide.