Eutanasia: ex anestesista confessione choc “Ho aiutato a morire oltre 100 pazienti”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Giu 2014 alle ore 11:53am

E’ una confessione choc quella rilasciata durante un’intervista esclusiva a “L’Unione Sarda” da Giuseppe Maria Saba, ex anestesista ora 87enne, che ha ammesso di aver aiutato a morire “un centinaio di pazienti“.

L’ex medico di ordinario di Anestesiologia e Rianimazione, nella sua lunga carriera, in servizio all’università di Cagliari, poi alla Sapienza di Roma ha ammesso “Non è un’anestesia letale ma una dolce morte. L’ho favorita ogni volta che mi è stato possibile, almeno un centinaio di volte nella mia carriera“.

Poi continuando ha anche ammesso di aver praticato l’eutanasia anche ai suoi congiunti. “Anche per mio padre e mia sorella“, definendola una “morte dolce”.

Inoltre, Giuseppe Maria Saba ha concluso dicendo che si tratta di “una pratica consolidata in tutti gli ospedali italiani ma per ragioni di conformismo e di riservatezza non se ne parla“.