Micosi: cosa sono, come curarle e prevenirle

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 15 Giu 2014 alle ore 1:31pm


Le micosi sono delle infezioni che colpiscono la pelle. Sono causate da funghi chiamati miceti che possono interessare chiunque, senza distinzione né di sesso, né di età.

I miceti hanno terreno fertile con temperature comprese tra i 25 e i 35° C, in presenza di umidità e di un ph neutro.

I segni che ci fanno capire di essere in presenza di infezioni da funghi sono:

l’arrossamento (che a volte si presenta dalla caratteristica forma di “anello” arrossato della tinea corporis) e la desquamazione.

All’arrossamento si possono poi aggiungere anche un prurito nonché una sensazione di bruciore, soprattutto se la zona interessata viene a contatto con gli indumenti.

Inoltre, i miceti in genere si concentrano in alcune zone dello strato cutaneo che sono appunto più umidi, come ad esempio gli spazi interdigitali, l’inguine o il cuoio capelluto.

In alcuni casi, infine, le infezioni da funghi come la pitiriasis versicolor non presentano disturbi, ma solo chiazze di colore più chiaro dovute al proliferare dei miceti.

Come curarsi?

Ecco allora che in commercio sono disponibili diversi prodotti antimicotici a base di clotrimazolo, capaci di distruggere i funghi grazie alla loro azione locale evitando effetti collaterali legati ad una terapia generale.

Tali prodotti sono disponibili in crema, ideale per le zone più localizzate e senza peli, soluzione spray, efficace per le zone più umide e ricoperte da peli (schiena, spalle, tronco); polvere, capace di assorbire il sudore e dunque più adatta ai piedi (piede d’atleta), la prevenzione utilizzandola prima di indossare calze e scarpe.

Prodotti che se utilizzati nel modo giusto, risultano essere efficaci evitando la recidiva, che può subentrare con solo in presenza di una sospensione precoce della terapia.